La Tecnica Cranio-Sacrale Upledger

La Tecnica Cranio-Sacrale
Upledger

La Tecnica Cranio-Sacrale
(CranioSacral Therapy - CST)

Il Rilascio Somato-Emozionale
(SomatoEmotional Release® - SER)

ed il credo del Dott. John E. Upledger

Perché la Tecnica Cranio-Sacrale Metodo Upledger?

La divulgazione della Terapia Cranio-Sacrale - CST - Cranio Sacral Therapy - da parte del dott. Upledger (1932 - 2012) ha incoraggiato altri a sviluppare approcci diversi basati sui fenomeni cranio-sacrali, il che potrebbe indurre a pensare erroneamente che tutti gli approcci cranio-sacrali siano identici.

Tra vari metodi cranio-sacrali, il Dott. Upledger con il suo metodo è stato l'unico, già verso la metà del 1970, ad aver evoluto e rivoluzionato la materia del Dott. W. G. Sutherland, partendo dallo studio e dalla sperimentazione dell'osteopatia cranica, fino a creare una nuova terapia manuale a se stante, per la quale ha coniato il nome: Cranio-Sacral Therapy.

La Cranio-Sacral Therapy in Italia prende il nome di Tecnica Cranio-Sacrale e viene divulgata sia a Terapisti, Professionisti Sanitari che a Operatori del Benessere, Professionisti Non Ordinistici.

La Tecnica Cranio-Sacrale (CST) è dunque una terapia manuale non invasiva che si avvale del tocco manuale e si inserisce nel contesto riabilitativo in quanto, utilizzando modalità di palpazione e di mobilizzazione a livello fasciale, propone l'apprendimento di tecniche innovative sia per quanto riguarda "l'ascolto" del corpo sia per la peculiarità del tocco manuale.

Questa metodica ha in questi ultimi anni interessato un numero sempre maggiore di operatori sanitari (medici, fisioterapisti, infermieri, logopedisti, psicoterapeuti, ecc.) che si occupano di riabilitazione, posturologia, terapia del dolore. Resta inteso che il campo d'applicazione della tecnica cranio-sacrale si estende a tutto il lavoro riabilitativo-terapeutico proposto dall'operatore sanitario perché privilegia l'aspetto di approccio terapista/paziente - operatore/utente.

Nel trattamento CST del sistema fasciale corporeo, si utilizza l'analisi delle alterazioni tissutali che viene eseguita attraverso una meticolosa ricerca delle tensioni anomale del sistema fasciale, per poi applicare le tecniche che aiutano a percepire i minimi movimenti biologici e a riconoscere tensioni e alterazioni fasciali determinate da eventi patologici e traumatici.

Il trattamento del sistema fasciale corporeo della CST viene utilizzato dal terapista sia nella rieducazione posturale che nella riacquisizione della motricità. Dall'analisi delle alterazioni tissutali, che viene eseguita attraverso una meticolosa ricerca delle tensioni anomale del sistema fasciale, si arriva poi ad applicare le tecniche che aiutano il processo riabilitativo del paziente.

Il metodo viene divulgato attraverso dei corsi teorico-pratici che per l'operatore costituiscono un'occasione per acquisire nuove competenze tecniche e manovre utili ad affrontare con maggiore efficacia le problematiche del paziente che viene affidato dal medico alle sue cure.

Tuttavia vi sono ancora molti altri aspetti del continuo lavoro del dott. J. E. Upledger sul sistema cranio-sacrale, che distinguono il suo approccio e, probabilmente ad oggi, il più importante è l'esperienza da lui maturata in base al fatto che: il modo in cui gestiamo le nostre emozioni può influire notevolmente sul nostro benessere fisico. Questo approccio ha reso unico nel mondo il lavoro del Dott. Upledger, spesso imitato ma mai eguagliato nella sua unicità.

Il Rilascio Somato-Emozionale®
SER - SomatoEmotional Release®

Il Dott. Upledger si è basato sul presupposto che gli aspetti emotivi possono essere affrontati più efficacemente nell'ambito di sessioni di lavoro sull'intero corpo ("corpo" fisico ed emotivo) anziché gestiti separatamente tra loro. Questa esperienza ha condotto al suo lavoro pionieristico sulla "liberazione" dell'aspetto somato-emotivo da lui chiamato: Rilascio Somato-Emozionale® - SER - SomatoEmotional Release® - che è la naturale evoluzione della Terapia e Tecnica Cranio-Sacrale ed aiuta a risolvere molti problemi e disfunzioni difficili da trattare.

Il Rilascio Somato-Emozionale® (SER) è un processo che aiuta ad individuare e rilasciare la componente emotiva correlata agli effetti residui di un trauma pregresso ed alla sintomatologia ad esso associata. La tecnica usata è un mezzo incentivante per i pazienti alla collaborazione con il terapista finalizzando ogni trattamento al miglioramento del loro stato di salute. Il SER si basa sulle tecniche di palpazione diretta e non invasiva, di ascolto e di percezione del ritmo cranio sacrale e del movimento fasciale, nell'interazione con il paziente in una situazione di accoglienza e senza intermediazione di mezzi estranei.

Ha la sua applicazione attraverso manovre semplici che possono apportare un primo intervento di conforto al paziente e che consentono al terapista di approcciarsi in un modo diverso, imparando a comprendere i segnali verbali e non verbali che il corpo trasmette, permettendo quindi anche l'approccio con pazienti che presentano difficoltà di espressioni verbali quale quelle causate da deficit sensoriali e neurologici. Approccio che risulta possibile anche a livello pre-verbale pediatrico ed in presenza di diversi idiomi che potrebbero costituire una barriera tra terapista e paziente.

Il credo dell'Upledger Institute inc -usa- e dei suoi "satelliti"
scritto e voluto dal Dott. John E. Upledger, D.O., O.M.M.

È convinzione dell'Upledger Institute INC -USA- e di tutti i "satelliti" (centri internazionali autorizzati per la diffusione del metodo Upledger) che, per quanto gli esseri umani siano al centro della nostra attenzione, la natura abbia dotato ogni sistema biologico vivente di metodi e processi ingegnosi che gli permettono di sopravvivere e di funzionare rispondendo al continuo mutare delle condizioni imposte dagli ambienti interno ed esterno. Crediamo, inoltre, che i metodi e i processi più funzionali ad un simile adattamento, siano intrinseci a ciascun organismo vivente.

Quando un organismo vivente presenta segnali di una capacità di adattamento alterata, crediamo sia di primaria importanza cercare, individuare ed aiutare i processi intrinseci e naturali di adattamento in modo tale da consentirgli di svolgere il loro compito al meglio. In questo modo, le capacità funzionali dell'organismo vivente migliorano e, nel caso di organismi umani, avvicinano il corpo ad una condizione di salute ottimale.

Questo approccio al miglioramento della salute umana può essere considerato facilitativo piuttosto che curativo o palliativo. In pratica, l'Upledger Institute sostiene la facilitazione dei processi intrinseci presenti nel corpo umano, il che corrisponde alla facilitazione del ripristino del sistema auto-correttivo della persona fino a raggiungere in alcuni casi l'auto-guarigione.

Con ciò, non sosteniamo che la facilitazione dei processi intrinseci di auto-guarigione del corpo umano escluda l'utilizzo dei metodi convenzionali occidentali, generalmente più invasivi e costrittivi. Crediamo piuttosto che il nostro approccio facilitativo debba integrare ogni fase delle cure convenzionali occidentali, come riconoscimento del potere di auto-guarigione intrinseco a tutti gli esseri umani.

Crediamo che, integrando il nostro approccio a qualsiasi altro metodo terapeutico, sarà possibile offrire al paziente, o al cliente, un calo nella morbosità e nella mortalità una miglior qualità nella guarigione da malattie o da traumi, nonché la possibilità di invecchiare in maniera più confortevole e dignitosa.

Inoltre, crediamo che si possa trovare la soluzione a qualsiasi problema di salute all'interno dello stesso sistema biologico in questione. Piuttosto che invadere e sondare il sistema biologico, che sentirà di doversi difendere dalle buone intenzioni dell'invasore-sondatore, ci presentiamo col massimo rispetto, col nostro tocco e con l'intenzione e la comunicazione verbale o non-verbale, e chiediamo al sistema biologico di indicarci le cause del problema. Chiediamo inoltre, che ci venga suggerito come possiamo aiutare a correggere e risolvere la causa, nel modo più delicato possibile. Chiediamo di essere guidati, poiché ci proponiamo come facilitatori nel processo di ripristino e riequilibrio del sistema auto-correttivo delle persone e quindi del loro processo di auto-guarigione.

Questo è un lavoro che può essere svolto parallelamente alla medicina convenzionale occidentale ed alla chirurgia. Se viene praticato in maniera corretta, può accrescere una risposta positiva alle tecniche convenzionali occidentali e ridurre la necessità di ricorrere sempre più a terapie tossiche ed invasive.

Crediamo, insomma, che ogni paziente/cliente possieda un medico interiore capace di esaminare qualsiasi problema di salute e risolverlo nel migliore dei modi. L'Upledger Institute vede il terapista come colui che si mette in contatto e dialoga con questo medico interiore e ne segue le indicazioni.

Scopi dell'Upledger Institute inc -usa- e dei suoi "satelliti".

  1. L'Upledger Institute, come tutti i suoi "satelliti" (centri internazionali autorizzati alla diffusione del metodo Upledger nel mondo) offre a chiunque sia interessato, indipendentemente da professione o preparazione accademica, di apprendere tutto ciò che si è acquisito a proposito della facilitazione dei processi intrinseci di auto-guarigione.
  2. L'interesse del paziente/cliente verrà sempre messo al di sopra di qualsiasi restrizione derivante da devozioni a discipline professionali E' nostra convinzione che, nel momento in cui tutti gli operatori sanitari, quale che sia la loro specializzazione, condividono il loro sapere, sarà, in ultima analisi, il paziente/cliente a beneficiarne.
  3. L' Upledger Institute proporrà con vigore e, in alcune occasioni, produrrà in prima persona, programmi informativi rivolti al pubblico generale, per offrire idee, nozioni e tecniche per l'integrazione fra corpo, mente e spirito, oltre a tecniche di auto-guarigione e di facilitazione degli altrui processi di auto-guarigione. Faremo sempre in modo da avere la certezza che le nozioni e le tecniche da noi proposti e applicati siano sempre esenti da rischi e che promuovano un re-riconoscimento delle capacità naturali di guarigione di cui siamo stati dotati alla nascita.
  4. L' Upledger Institute si dedica allo studio e alla ricerca di nozioni e tecniche utili alla temporanea attenuazione dei sintomi nell'attesa che il paziente/cliente lasci affiorare e risolva i problemi che ne sono all'origine. La maggior parte di queste nozioni e tecniche vengono offerte dagli stessi pazienti/clienti che si rivelano, ancora una volta, i nostri migliori insegnanti. Saremo sempre aperti alla valutazione e all'adozione di nuovi metodi, purché rispettino il criterio di assenza di rischi che caratterizza tutti i nostri metodi e le nostre modalità.
  5. L' Upledger Institute considera ciascun paziente/cliente come un essere unico e irripetibile. Probabilità statistiche, così come quadri sintomatici e presunzioni diagnostiche, vengono messi in disparte mentre il terapista stabilisce un contatto con il medico interiore del paziente/cliente e ascolta la storia che il suo corpo racconta. Tale racconto si manifesta attraverso anomalie nella qualità e nei movimenti dei tessuti, dei fluidi e dei flussi energetici. Inoltre, nelle visite successive, si opererà nuovamente una prima valutazione, evitando qualsiasi riferimento o considerazione legati a ciò che del paziente si era appreso in precedenza. Lo scopo è quello di non lasciare che eventuali preconcetti nati durante visite precedenti, possano lasciar sfuggire nuove e più sottili scoperte. In questo modo, la porta rimane sempre aperta a nuove informazioni e il terapista non avrà ipotecato alcuna diagnosi. Molto spesso i pazienti/clienti vengono valutati da due o più terapisti, nessuno dei quali è a conoscenza dei rilievi degli altri. Solo una volta terminate le valutazioni, i terapisti si scambieranno impressioni. Tutto ciò implica un assoggettamento da parte dell'ego del terapista a favore del paziente/cliente.
  6. Il lavoro dell' Upledger Institute sarà sempre e costantemente volto ad affrancare il paziente/cliente dalla presenza del terapista. Il nostro scopo è quello di dare assistenza allo sviluppo della propria autostima da parte del paziente/cliente e aiutarlo ad assumersi la responsabilità della propria salute. Il nostro lavoro vuole stabilire una comunicazione libera e fiduciosa fra gli infiniti livelli di coscienza presenti in ognuno di noi, di modo che ciascun livello di coscienza possa facilmente ottenere l'attenzione della consapevolezza senza dover ricorrere all'esternazione di sintomi o patologie per poter essere ascoltato.
  7. I terapisti dell' Upledger Institute adotteranno le modalità che riterranno più opportune ai fini della facilitazione dei processi umani di auto-guarigione, purché siano non-invasivi e privi di rischi. Inoltre, il paziente/cliente ricettivo verrà informato, al momento giusto e con termini semplici e diretti, di quanto sta accadendo. Desideriamo che i nostri pazienti/clienti vengano a conoscenza dell'origine dei loro problemi e di quanto si sta facendo per facilitarne la soluzione. Vogliamo, inoltre, che i nostri pazienti/clienti si rendano conto che la loro guarigione rappresenta un obiettivo comune al quale devono contribuire in maniera significativa.

La tecnica descritta in questo sito è una tecnica del benessere
che può essere complementare alle terapie mediche e sanitarie
e successiva ad una diagnosi medico/sanitaria.

La materia appresa durante i corsi è da considerarsi
un'esperienza di formazione culturale e/o professionale.

La sua applicazione è consentita ai professionisti sanitari
l'applicazione da parte di professionisti non ordinistici
è subordinata e regolamentata dalla legge nazionale 4/2013.


Privacy Policy

Istituto Upledger Italia
Piazza S. Antonio Nuovo 6 - 34122 Trieste

I recapiti: Telefono, E-Mail e Fax
sono indicati nelle sezioni di questo sito dedicate a

UPLEDGER ITALIA - ACCADEMIA CRANIO-SACRALE e ASSOCIAZIONE "FACILITATORI ASSOCIATI UPLEGDER"